Jolly e “Petit Montagnard”

_jollyJolly e “Petit Montagnard” – by E. – Tempera all’uovo su MDF – 2000

A Jolly piaceva la musica ed il suo pezzo preferito era “Petit Montagnard”.
Quando Luigi lo suonava saliva sullo sgabello e lo ascoltava con le orecchie dritte, dondolando la testa a destra e a sinistra.
Un giorno hanno suonato “Petit Montagnard” alla radio. Luigi era a scuola ed il pianoforte era chiuso: povero cane, che confusione!

Posted in A l'era parej by E. | Leave a comment

Via Crucis

Via Crucis – by E. – Terracotta – 2001
Chiesa parrochiale di San Grato, frazione Bausone, Moriondo Torinese, Torino.

I.     Gesù è condannato a morte
II.    Gesù è caricato della croce
III.   Gesù cade per la prima volta
IV:   Gesù incontra sua Madre
V.    Gesù è aiutato a portare la croce da Simone di Cirene
VI.   Veronica asciuga il volto di Gesù
VII.  Gesù cade per la seconda volta
VIII. Gesù incontra le pie donne
IX.   Gesù cade per la terza volta
X.   Gesù è spogliato delle vesti
XI:   Gesù è inchiodato sulla croce
XII.  Gesù muore in croce
XIII: Gesù è deposto dalla croce
XIV. Il corpo di Gesù è deposto nel sepolcro

I bozzetti di questo lavoro erano nati partecipando al concorso per la realizzazinone delle stazioni della Via Crucis per le strade di Matera. I disegni spediti non sono mai stati restituiti. Guardando le fotocopie degli originali  e sapendo che la chiesa del Cimitero di Moriondo era stata spogliata di tutti gli arredi sacri, ho deciso di realizzare questi basso rilievi in terracotta. La Via Crucis è rimasta sotto il mio letto per tanti anni aspettando la fine dei restauri, fino a quando mi è stato proposto dal parroco di Moriondo di collocarla invece nella chiesa del Bausone. Quando li ho visti installati ho avuto la senzazione che avvessero trovato finalmente il loro posto.

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Mia mamma allo specchio

_mammaspecchioMia mamma allo specchio - by E. – Tempera all’uovo su MDF – 2002

 

Quando abitavamo in via Napione al piano terreno, al fondo del corridoio dopo il telefono c’era “l’ armoire di mia mamma”.
Era l’unico oggetto che ricordava i miei nonni materni, insieme a due sbiadite fotografie.

Quando la mamma doveva uscire si guardava allo specchio dell’armoire e mi piaceva osservarla soprattutto quando indossava il vestito di raso nero.

Posted in A l'era parej by E. | Tagged , , | Leave a comment

Tubo

2016 – by Mt – Tubo, bambini

Posted in Foto by mt | Tagged , | Leave a comment

Punti di vista

punti di vista

Posted in Foto by mt | Tagged | Leave a comment

Auguri 2016

AUGURI 2016

Posted in Auguri | Tagged , , | Leave a comment

Errore di verniciatura

Qualche volta gli errori sono bellissimi.
20151224_135611

2015 by D.

Un saluto al vecchio anno.

Posted in Foto by D. | Leave a comment

Il Balon

_balon2015Il Balon – by E. – Tempera all’uovo su MDF

Maria e Ferruccio al Balon, il mercato delle pulci di Torino in via Borgo Dora.

Posted in Lavori by E. | Tagged | Leave a comment

Navigando tra le cucine d’oltre mare

DIGITAL CAMERA2015 – Installazione di ringraziamento ospitalità -by MT – Cucina di Biba, spezie, pistacchi, borotalco, te, tovaglioli, tovaglietta, guanto, grembiule, presina, cucchiai di legno, vasetto, barattoli di qualcosa, fiore secco………

Questa fantastica cucina contiene spezie, cibi, stoviglie e oggetti provenienti da tantissimi paesi lontani.
Lascio immaginare il resto della casa, piena zeppa di pezzettini di mondo.

Posted in Oggetti | Tagged , | Leave a comment

Il Tornado Spostaspaziotempo

tornado spostaspaziotempo  Libro – by Gli alunni della VB - 2015.

Quest’anno J. ha finito la Scuola Elementare. Abbiamo pubblicato questo libro scritto e illustrato da tutti gli alunni della V B da regalare alle Maestre e che rimarrà un bellissimo ricordo per tutti i compagni.

E’ la storia di un giovane alieno che trasporta i suoi amici dentro situazioni storiche, mitologiche, appartenenti a racconti, cartoni animati, fumetti e film con il “Tornado Spostaspaziotempo”. Ogni bambino ha scritto e illustrato un capitolo, che corrisponde a una diversa situazione spazio-temporale.

E’ stato molto interessante curarsi della Redazione e interagire con i giovani Autori, con l’aiuto di due bravissime Viceredattrici che si sono occupate di coordinare il lavoro dei loro compagni a scuola.

Il libro è stato così progettato e organizzato:

a) brainstorming: alcuni compagni hanno scritto su un foglio enorme tutte le idee che venivano in mente per il viaggio nella storia, reso possibile grazie al potere di un alieno.

b) indice provvisorio con parole chiave:  I protagonisti sono stati provvisoriamente chiamati X, Y e Z, l’alieno “K” e il meccanismo per cambiare situazione spazio-temporale è stato indicato come “ZAC”. Una parora chiave, introdotta in qualche modo alla fine di ogni capitolo, doveva servire a introdurre il capitolo successivo.

c) scelta dei capitoli e indice definitivo con parole chiave: ogni bambino ha scelto il suo capitolo, talvolta modificando gli argomenti proposti (incontro ai giardini + coordinamento in classe delle Viceredattrici)

d) raccolta idee: è stato chiesto ai bambini di descrivere uno dei tre protagonisti, di disegnare l’alieno e di inventare il meccanismo per spostarsi nel tempo e nello spazio. Le Viceredattrici hanno raccolto i bigliettini con i disegni e le descrizioni.

e) sorteggio dei bigliettini: è stato così possibile dare un nome e caratterizzare i protagonisti ed è stato inventato il Tornado Spostaspaziotempo.

f) stesura del primo capitolo: dopo il sorteggio e durante una cena di Redazione, è stato scritto il primo capitolo, con tutti gli elementi necessari a proseguire la storia. Grazie alle parole chiave scelte per introdurre il capitolo successivo, ogni capitolo poteva essere scritto indipendentemente dagli altri e il lavoro di tutti gli Autori poteva iniziare contemporaneamente.

g) raccolta di scritti e immagini: i capitoli sono stati scritti con grande autonomia e libertà creativa dagli Autori. La Redazione ha proposto agli Autori alcuni piccoli aggiustamenti funzionali alla coerenza della storia complessiva e soltanto in qualche caso ha dato una mano alla stesura dei testi. Alcuni Autori hanno preferito delle immagini di repertorio ai disegni.

h) conclusione e titolo definitivo: durante una cena di Redazione, sono state concordati la conclusione della storia e il titolo.

i) impaginazione: composizione di testi e immagini.

l) dedica, presentazione degli Autori con le foto, indice capitoli con Autori

m) immagine di copertina: è stata ottenuta utilizzando le immagini prodotte o scelte dagli autori

n) pubblicazione: tramite lulu.com

Tanti genitori hanno partecipato incoraggiando i propri filgi, digitalizzando i testi e facendo le scansioni dei disegni, scrivendo la dedica, suggerendo idee, raccogliendo i fondi necessari alla pubblicazione, preparando le torte per le Cene di Redazione.
Gli Autori hanno partecipato con grande entusiasmo e sono stati molto soddisfatti e orgogliosi del proprio lavoro.
Le Maestre hanno gradito tantissimo il regalo, che è riuscito a rimanere una sorpresa fino alla fine.
Io mi sono molto divertita.

 

 

 

Posted in libro | Tagged , , | Leave a comment