Category Archives: Giochi da non dimenticare by E.

La Ciòca

_ciocaLa ciòca – by E. – 2012 – Terracotta policroma

Cioè la campana.

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , | Leave a comment

Le viole bianche

_viole biancheLE VIOLE BIANCHE
by E. – 1999
Tempera all’uovo su MDF

I fiori più speciali della mia vita sono le viole bianche che da bambina ho raccolto con i miei fratelli e i miei cugini nei boschi di Moriondo.

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , , | 1 Comment

Bolle di sapone

Bolle di Sapone2007 – by E. – Terracotta policroma, legno

Per fare le bolle di sapone erano necessari un recipiente per l’acqua, un fondo di sapone da bucato, ‘na busca ‘d paja un po’ robusta che in punta bisognava aprire a stella e tanta pazienza.

Adesso hanno inventato le pistole spara bolle. Troppo facile?

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , , , | Leave a comment

L’ottovolante

L’Ottovolante – 2010 – by E. – Tempera all’uovo su MDF

Il Carnevale si identificava con le giostre in Piazza Vittorio. Noi le abbiamo godute molto perché tutti i giorni andando a scuola ne vedevamo l’arrivo, il montaggio, la gioia del funzionamento e poi la triste partenza. La giostra più ammirata era l’ottovolante: alto e maestoso era illuminato da una serie di lampioni che sembravano delimitare una strada verso il cielo. Quando un vagoncino affrontava la discesa si sentivano le urla delle persone che lo occupavano, mentre la gente da sotto partecipava con ammirazione.
Ricordo di esserci andata una sera con papà e Luigi indossando le piume da indiano.
Ultimamente ho visto alcune fotografie del mio ottovolante: che delusione! Appariva, piccolo e tozzo.

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , , | Leave a comment

L’orologio fa TIC TAC

L’orologio fa tic tac2000 – Terracotta policroma

L’orologio fa tic tac.
L’oooooooorologio fa tic tac.
L’orologio fa tiiiiiiiiiiiiiiic tac.

Chi non è fermo al tac torna indietro e ricomincia.

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , , , , | Leave a comment

Il gioco della corda

2000Il gioco della corda – by E. – Terracotta policroma

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , | Leave a comment

Tuc tuc

2002 – Tuc tuc – Tempera all’uovo su MDF

Toch  toch”
“Chi ch’a l’è”
“Son mi”
“Chi ‘t se sto ti?”
“Son Tòni”
“Cosa ‘t veusto?”
“Intré”
“Intra pura”

                         “Cerea bon-a sèira
                          ch’a visca ‘na candèila
                          ch’a ciapa ‘na cadrega
                          ch’as seta giu per tèra “ 

Mentre si dice la filastrocca si bussa con il medio o con il pollice sulle dita chiuse quando parlano il padrone di casa o Toni e quando Toni entra il medio si infila sotto le altre dita: la seconda parte è una canzoncina e si muove la mano roteando il polso da destra e sinistra e da sinistra a destra.

(Toch toch, chi è? Sono io. Chi sei tu? Sono Toni. Cosa vuoi? Entrare. Entra pure. Buon giorno buona sera, accendi una candela, prendi una sedia, siediti per terra).

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , , , , , | Leave a comment

Altalena

2002Altalena – by E. – Terracotta policroma

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , , , | Leave a comment

Tre al truc

2001 – Tre al truc – Tempera all’uovo su MDF

Fino a quando si è sentito bene, il nonno veniva a trovarci a Precetto. Prendeva la corriera ed arrivava all’improvviso, si fermava qualche giorno e poi ripartiva.
Era un bravo giocatore di bocce e sovente si adattava a giocare con noi bambini, ma quando riusciva a giocare con papà ed il signor B. era molto più soddisfatto. Anche quando aveva già superato gli ottant’ anni, con una boccia in mano ritrovava quell’ agilità e quella scioltezza di movimento che lo facevano sembrare un ballerino e gli permettevano di fare “tre al truc”.

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , | Leave a comment

Ciapa ‘l tram

2004Ciapa ‘l tram - Terracotta policroma

Ciapa ‘l tram balurda
che staga nèn sola
ticche tucche
ticche tucche
e laslo ‘nde

Questo gioco si fa in cerchio passando il bicchiere al proprio vicino in senso orario al ritmo della canzoncina: dal “ticche tucche” bisogna tenerlo e muoverlo indietro e avanti fino al “laslo ‘nde”. Chi sbaglia fa la penitenza.

Posted in Giochi da non dimenticare by E. | Tagged , , , , , | Leave a comment